Login

Infezione agli occhi: sintomi, cause e rimedi

 

infezione-agli-occhi-sintomi-cause

Con il termine infezione agli occhi ci si riferisce a tutta una serie di disturbi o anomalie che interessano il tratto oculare di persone di ogni età e si può manifestare attraverso sintomatologie più o meno gravi e a volte invalidanti.

L'infezione agli occhi può essere di diversa entità e tipologia, ma ciò che accomuna tutte le forme in cui si manifesta è la sensazione di arrossamento, bruciore e vista offuscata, ma soprattutto l'alto livello di pericolosità che questo tipo di disturbi comportano per la retina, la cornea e il nervo ottico.

Le cause sono molteplici in quanto l'infezione agli occhi può essere generata da batteri, virus, dall'ambiente esterno a causa dell'elevata  diffusione e possibilità di contrarla tramite contagio.

Ma possono essere causate anche da fattori fisici, allergie e interessare soltanto uno o entrambi gli occhi: prima di passare in rassegna tutte le possibili cause dell'infezione oculare è bene saper distinguere e classificare le varie tipologie in cui essa si differenzia.

Ecco quali sono le principali infezioni oculari interne ed esterne e quali gli aspetti che le caratterizzano.

 

 

Infezione agli occhi: tipologie e gravità

blefarite-infezione

L'infezione agli occhi si sviluppa prevalentemente per contagio ma varia nelle sue manifestazioni a seconda delle condizioni fisiologiche e patologiche del singolo individuo.

L'infezione oculare si può distinguere in molteplici tipologie a seconda della gravità ma in particolar modo in base alla loro localizzazione.

 

Le infezioni esterne riguardano la parte anteriore del tratto oculare, e sono ad esempio:

·        Orzaiolo o infiammazione della palpebra

·        Blefarite o infiammazione del bordo della palpebra e della congiuntiva

·        Dacriocistite o infezione delle vie lacrimali

·        Congiuntivite o infiammazione della mucosa congiuntivale

·        Cheratite o disturbo che interessa la cornea

 

Se invece l'infezione agli occhi colpisce prevalentemente la parte posteriore del bulbo oculare, esse sono definite interne, tra queste vi sono ad esempio:

·        Uveite o infiammazione della membrana vascolare dell'occhio

·        Endoftalmite ossia la grave patologia a carico del bulbo oculare interno

 

C'è anche da aggiungere che spesso le più gravi infezioni all'occhio risultano essere tra le principali conseguenze di lesioni gravi postoperatorie o post traumatiche.

Inoltre vi sono alcuni soggetti a rischio, tra questi coloro che portano le lenti a contatto sono più esposti alle infezioni e al contagio, in questo caso è bene fare sempre attenzione alle condizioni igieniche in cui si conservano le lenti e l'apposito contenitore.

Ma vediamo nello specifico come si manifestano le principali infezioni agli occhi e quali sono i sintomi riconoscibili.

 

Infezione all'occhio: i sintomi principali

infezione-agli-occhi

Sebbene le patologie infiammatorie che interessano l'occhio siano varie e di diversa entità, la sintomatologia è molto comune.

 

Tra i principali sintomi dell'infezione oculare ne troviamo sicuramente alcuni ricorrenti e molto frequenti, essi sono:

·        Gonfiore

·        Arrossamento

·        Bruciore

·        Lacrimazione frequente

·        Intolleranza alla luce

 

Nei casi di patologie avanzate o sintomatologie più gravi ad essi si aggiungono anche:

·        Dolore intenso

·        Aumento della pressione oculare

·        Calo importante della vista

 

Se è vero che un offuscamento della vista si verifica e presenta frequentemente anche nei casi meno gravi di infezione all'occhio, è anche vero che esso si limita generalmente ad un peggioramento nella percezione dei colori, mentre i casi più gravi riguardano proprio un calo della visione nitida, soprattutto quando l'infezione è interna al bulbo oculare.

Sintomi che accomunano tutte le patologie possono anche essere il prurito, la sensazione fastidiosa di avere sabbia negli occhi e la presenza di secrezioni spesso pruriginose.

Ovviamente qualsiasi sia l'entità e la gravità dell'infezione oculare è sempre bene consultare il medico per capirne la provenienza e studiare la terapia migliore per la guarigione.

Vediamo quindi nello specifico quali sono le cause delle infezioni oculari in modo da distinguerle e intervenire di volta in volta in modo mirato.

 

 

Infezione agli occhi: le cause più comuni

infezione-agli-occhi-visita-medica

Le cause più comuni delle infezioni agli occhi si classificano in agenti esterni e in agenti fisiologici.

Nello specifico l'infezione agli occhi è causata prevalentemente da:

·        Infezioni batteriche o virali

·        Reazioni allergiche

·        Deficit immunitari

·        Traumi

·        Esposizione a sostanze chimiche nocive

·        Scarsa igiene

·        Contagio

 

Anche il contatto accidentale con una particella di polvere, per quanto possa sembrare un fattore banale, può scatenare un'infiammazione oculare, anche se non sempre essa degenera in patologia grave o in un'infezione vera e propria.

Se la causa scatenante dell'infezione è attribuibile a funghi, virus o batteri, gli effetti provocati saranno diversi da quelli che si verificano negli altri casi.

E' il caso, ad esempio, della congiuntivite infettiva, una delle forme di infezione oculare ad altissimo rischio di contagio, caratterizzata da secrezione acquosa e di formazione di crosta intorno al tratto oculare.

Se il tratto oculare è invece esposto pesantemente agli agenti inquinanti si generano infezioni più gravi come quelle della cornea, ma spesso anche le lesioni fisiche possono dare origine a patologie gravi come l'ulcera corneale, dove la ferita aperta favorisce l'aggressione da parte di virus e batteri, che causano appunto dolore, arrossamento e gonfiore.

Nel caso di scarsa igiene del tratto oculare, che si verifica spesso nei portatori di lenti a contatto, l'infezione all'occhio è in genere causata da un parassita, che una volta introdotto nell'occhio, può provocare conseguenze anche gravi, in alcuni casi arrivando a compromettere la vista.

Oltre ad una corretta pulizia e ad una disinfezione, per scongiurare il pericolo di infezione agli occhi si può ricorrere a molteplici rimedi e accorgimenti, ecco quali sono i principali.

 

Infezione all'occhio: prevenzione e rimedi

collirio-infezione-occhi

Per proteggere la salute dei nostri occhi è bene come prima cosa prevenire l'insorgere di questo tipo di patologie curando l'igiene del tratto oculare, accertarsi di avere le mani pulite prima di toccare gli occhi e consultare sempre il medico alla comparsa dei primi sintomi.

 

Per curare un'infezione oculare si può procedere in tanti modi, ecco quali sono:

 

·        Colliri antibiotici e antivirali

Se l'infezione è causata da agenti esterni di tipo virale è bene ricorrere al parere dello specialista e all'aiuto di prodotti da applicare sulla parte interessata per ridurre l'infiammazione. Via libera non solo ai colliri da applicare con regolarità più volte al giorno, ma anche alle pomate in grado di dare sollievo alla parte infetta.

A ciò si potrebbe associare una terapia cortisonica e l'applicazione di farmaci specifici ad azione locale.

 

·        Impacchi caldi

Tra i rimedi naturali contro le infezioni oculari è possibile ricorrere agli impacchi caldi, che aiutano la circolazione e favoriscono la guarigione: è possibile farli con un semplice asciugamano imbevuto di acqua calda e accuratamente strizzato, appoggiarlo sulla palpebra interessata per almeno 5 minuti  potrebbe aiutare a lenire il dolore.

 

·        Eufrasia

Sempre tra i rimedi offerti dalla natura possiamo ricorrere all'eufrasia, un trattamento a base di erbe in grado di svolgere un'azione calmante sulla parte infiammata.

Per preparare la soluzione da applicare è sufficiente lasciare in infusione per almeno 10 minuti un cucchiaino di eufrasia in un bicchiere di acqua calda, per poi applicarla sulla parte interessata servendosi di una garza pulita. Ripetere più volte al giorno,

E' possibile ricorrere anche al collirio a base di eufrasia, una soluzione omeopatica da applicare in gocce un  paio di volte al giorno fino alla scomparsa dell'infezione.

 

·        Argento colloidale

Per attenuare il prurito e l'irritazione generata dall'infezione virale e batterica agli occhi, è possibile servirsi dell'argento colloidale, che si trova prevalentemente sotto forma di collirio: applicandolo sulle parti interessate riesce ad attrarre elettromagneticamente le cellule infette, accelerando così la guarigione. Anche in questo caso è necessario ripetere il trattamento più volte al giorno. Attenzione però, perchè tale trattamento potrebbe provocare gravi effetti collaterali, uno dei quali è l'argiria, patologia che causa il cambiamento di colore della nostra pelle da rosa, colore naturale, in grigio. C'è da dire che l'argiria è un problema prettamente estetico andando a non inficiare sulla salute generale del nostro organismo, ma danneggia esteticamente il nostro derma, il nostro "vestito" più intimo che invece dobbiamo proteggere a tutti i costi (consigliamo la lettura di un portale dedicato a 360 gradi alla cura della nostra pelle, BenessereDerma).

 

·        Camomilla

Non c'è niente di meglio che l'azione calmante e antinfiammatoria della camomilla contro le infezioni: per combattere le infiammazioni oculari è consigliabile utilizzare i fiocchi secchi della camomilla in infusione per almeno 5 minuti in una tazza di acqua calda.

Una volta raffreddato, utilizzare l'infuso di camomilla con applicazioni sull'occhio infetto da ripetere ogni due ore. In alternativa è possibile ricorrere anche alle bustine di camomilla, lasciate in infusione e conservate in frigorifero una volta raffreddatesi: può essere un utile rimedio per attenuare gonfiori e bruciori.

 

·        Acido borico

L'acido borico è particolarmente utile contro le infiammazioni e può essere utilizzato efficacemente per attenuare rossori, bruciori e lacrimazioni oculari.

Si può procedere mescolando un cucchiaino di acido borico in una tazza d'acqua calda, da lasciare in infusione fino a farla raffreddare. Poi applicare sull'occhio infetto più volte al giorno servendosi di una garza o utilizzarlo sotto forma di collirio: la sua azione antibatterica favorirà la progressiva guarigione.

Anche l'aceto di mele, il tè verde o il miele possono essere dei validi aiuti contro le infezioni oculari, ma la soluzione migliore per curare qualsiasi tipo di infezione dell'occhio è sempre la prevenzione e il parere dello specialista, solo così saremmo sicuri di procedere nella direzione giusta.

Il tuo peso ideale ora!

Unghie gel perfette!

Denti bianchi senza sforzi

Rimedi amenorrea

Rimedi calvizie

Rimedi colite

Il miglior Contorno occhi

Rimedi gastrite

Non voglio brufoli!

Demenza senile

Cura per il mal di gola

Linfonodi: cosa sono?

Il morbillo: Le info!

Rimedi periartrite

Rimedi stitichezza