Login

Uveite e gatto: cause, sintomi, cure

 

uveite-gatto

L’uveite è un tipo di infiammazione all’occhio che colpisce con frequenza anche i gatti, perché può essere causata da diverse malattie infettive feline come la leucemia felina (detta anche FeLV), la peritonite infettiva felina (la FIP), il virus dell’immunodeficienza felina (FIV), la toxoplasmosi, le infezioni fungine sistemiche e le larve di nematodi e dirofilarie.

 

 

Le cause dell’uveite felina

Anche nei gatti l’uveite non è una malattia a se stante, ma deriva da un’altra patologia con sintomi che quindi possono essere molto diversi. Ne esistono di lievi come lacrimazione abbondante, occhio chiuso, frequente chiusura e apertura dell’occhio, ma anche di molto gravi che possono portare a sintomi come l’emorragia intraoculare. Le cause di uveite felina più comuni sono neoplasie, malattie infettive come FIV, FeLV, FIP, bartonellosi, toxoplasmosi ed altre, ma anche traumi, lesioni corneali, ferite penetranti. Inoltre ogni trattamento chirurgico intraoculare facilmente causa la comparsa di uveite.

 

 

La diagnosi e la prognosi dell’uveite felina

Nel caso il gatto manifesti problemi agi occhi e un eccessivo nervosismo, bisognerà immediatamente farlo visitare da uno specialista che dovrà effettuare una visita oculistica completa con particolare attenzione alle strutture intraoculari. Un esame necessario è la misurazione della pressione intraoculare perché una infiammazione che interessa anche i corpi ciliari determina una riduzione nella produzione del liquido che circola all’interno dell’occhio, riducendo anche i valori della pressione sotto la normale media. In ogni caso se l’uveite viene riconosciuta per tempo e viene trattata in maniera corretta, si arriva ad una soluzione efficace anche in tempi relativamente brevi mentre solo in rari casi non esiste una cura efficace tanto da determinare la necessaria rimozione dell’occhio.

 

La terapia contro l’uveite felina

Il passo fondamentale per determinare il tipo di cura è quello di effettuare analisi del sangue complete in modo da individuare quale tipo di malattia responsabile abbia causato l’uveite e quindi effettuare una terapia mirata che sia in grado anche di evitare possibili complicazioni. Normalmente viene effettuata con l’utilizzo di cortisonici in collirio o per bocca ma se la malattia scatenante impedisce l’uso di cortisonici orali si possono scegliere antinfiammatori non steroidei. Inoltre sarà necessario dilatare l’iride in modo da alleviare il dolore. Una volta a casa, l’occhio andrà trattato con colliri o pomate oftalmiche sino alla visita di controllo che dovrà valutare la corretta guarigione.

Il tuo peso ideale ora!

Unghie gel perfette!

Denti bianchi senza sforzi

Rimedi amenorrea

Rimedi calvizie

Rimedi colite

Il miglior Contorno occhi

Rimedi gastrite

Non voglio brufoli!

Demenza senile

Cura per il mal di gola

Linfonodi: cosa sono?

Il morbillo: Le info!

Rimedi periartrite

Rimedi stitichezza